Scuola

Cari insegnanti, dire: “segua di più suo figlio nei compiti” non serve a niente.

Molti genitori arrivano da me dicendo: “al colloquio gli insegnanti mi hanno detto di seguire di più mio figlio nei compiti.

L’ho fatto ma la situazione non è migliorata, anzi.”

Dire di seguire DI PIÙ il proprio figlio nei compiti a casa vuol dire tutto e niente.

Non è molto diverso dal dire ad un alunno: “studia di più”.

Se un metodo di studio non è efficace, si può pure stare ore sui libri e non ricordarsi nulla il giorno dopo.

Sarebbe da dire: “studia meglio”.

Non conta “quanto” ma “come”

Tornando ai compiti a casa, ad oggi le più recenti scoperte sono molto chiare: per migliorare le competenze del figlio non è tanto importante se un genitore lo segua o meno durante il momento dei compiti ma, piuttosto, COME lo affianchi.

Se un genitore vive con ansia i compiti del figlio, li fa al posto suo, chiede un giorno sì e l’altro pure sul gruppo di Whatsapp quali siano i compiti che non ha scritto sul diario e poi li riferisce, suggerirgli di “seguirlo di più” potrebbe avere esiti deleteri.

Alcuni spunti pratici

Come insegnanti – dove possibile – può essere una buona idea:

-informarsi sulle routine pomeridiana di quella famiglia durante il momento dei compiti;

-suggerire qualche strategia pratica concreta (ad esempio nel caso di difficoltà organizzative di dare un occhio insieme il diario, purché questa operazione sia guidata dal figlio);

-tenere conto delle emozioni che i genitori manifestano mentre si parla durante il colloquio;

-insomma, se ritenuto utile, provare a dare pochi suggerimenti e mirati.

A volte un Tutor può fare la differenza

Se se ne valuta l’utilità, suggerire una figura esterna come un tutor qualificato che possa fare un percorso mirato inerente il metodo di studio e/o l’autonomia durante i compiti può essere altresì una buona idea.

 

 

Sono la Dott.ssa Alice Righetti

Psicologa Infanzia e Adolescenza

Tutor dell’Apprendimento

Ricevo a Preganziol (TV)

Per sapere di più sui servizi che offro e sulle supervisioni per tutor – ONLINE o in presenza-  contattami da QUI

 

 

Articolo pubblicato nella pagina di Maestra in Blue Jeans

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *